Vacanza alle Bermuda ? Ecco a voi alcuni consigli

Pian piano vi porterò in posti lontani, ma che con pochissime parole sentiremo davvero vicini. Scopriamo una nuova terra, un nuovo arcipelago: le Bermuda.

Io ho gli occhi a cuoricino, e voi? Lembo di terra magnifica, mare fantastico, 180 isole principali piantate dell’Atlantico settentrionale. Questa non una terra come molti definiscono solo per ‘i ricchi’, ma è un’isola che può accogliere anche forme di turismo cosiddetto ‘alternativo’.

Qui, se decidete di organizzare una vacanza, sappiate che dovete abbandonare i costosi taxi e optare per i numerosi autobus. Ci sono traghetti in partenza dal terminal di Front Street. E come se non bastasse potete  anche viaggiare su di una carrozza vintage trainata dai cavalli. Ma non è magnifico?

L’arcipelago è completamente car free. Ma non dimenticate che la guida è a sinistra!

L’isola è molto facile da esplorare, i suoi centri sono semplici anche da raggiungere. L’intero isolotto è percorso da nord a sud dalle tre strade principali: North Shore Road, Middle Road e South Road. Il suo punto geografico di riferimento è Hamilton, la ridente capitale dalle case tutte colorate.

Questo posto sorprendente immerso nell’Atlantico è ricco di storia, personalità e fascino, dalle spiagge di sabbia rosa ai fortini storici. È famoso per le immersioni subacquee presso i relitti delle navi, i tuffi dalle scogliere e la pesca d’altura.

La terra ferma offre un’eclettica cultura dove la vita dei quartieri vivaci si unisce ai pantaloncini dai colori brillanti e alle deliziose zuppe di pesce.

Ma la vita alle Bermuda è mediamente più costosa rispetto a quello a cui siamo abituati, se trascorrerete alcuni giorni sull’isola noterete inevitabilmente che i prezzi sono di almeno un 30% superiori all’Italia, in alcuni casi la differenza sale ulteriormente, soprattutto se si cercano apparecchiature elettroniche, beni superflui o simili.

Ma non vi spaventate o non chiudete la pagina per cercare un’altra meta per le vostre vacanze, perché se si scelgono i posti giusti e ci si fa ben consigliare si può indubbiamente concedersi anche una vacanza low cost.

La maggior parte dei turisti tocca le Isole Bermuda come tappa estensiva di una crociera, restando sull’isola solo un paio di giorni e potendo rientrare per la notte in nave. Questa soluzione sembra essere la preferita da molti viaggiatori a budget ridotto.

La caratteristica che piace di più è che è un’isola che offre tanto: Se la West Coast, che nel versante meridionale da Grape Bay a Church Bay ospita le spiagge migliori di Bermuda, è famosa per il faro di Gibb’s Hill e la cittadina di Dockyard (qui, da non perdere il Museo Marittimo), l’East Coast è invece ricca di spunti geologici e naturalistici.

Insomma un arcipelago da scoprire da nord a sud senza escludere nemmeno un chilometro della sua bellezza. Una vacanza che può trasformarsi da sogno in realtà in poco tempo!

Maristella De Michele

Maristella De Michele

Giornalista, mamma e amante dei viaggi. Sono nata al mare, ma vivo in montagna. 'Neanche il mare pensa di avere grandezza uguale' cantano i Negramaro.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *