Io viaggio da sola…..alla scoperta delle isole Eolie

Alicudi - Giro delle Isole Eolie su un caicco Alicudi - Tour of the Aeolian Islands on a gulet

La prima volta che ho viaggiato sola avevo appena 18 anni, una valigia piena di attese e voglia di esplorare.

E’ stata una vacanza bellissima.

Viaggiare da sola è sempre un’avventura, un’esperienza che almeno una volta nella vita bisognerebbe fare.

Una crociera in barca è l’ideale per chi per la prima volta affronta una vacanza da sola. E’ l’occasione per conoscere gente nuova, scoprire luoghi mai visti e divertirsi.

Arco di Pollara (Salina)

Le isole Eolie sono la meta perfetta per il nostro primo viaggio da sole.

A bordo di un comodo caicco scegliamo un percorso attraverso queste bellissime isole a nord della costa siciliana. Ogni giorno una tappa diversa tra Vulcano, Lipari, Panarea, Stromboli, Salina, Alicudi e Filicudi.

Un percorso attraverso il mare che ribolle, tra i vulcani che borbottano e le rocce bianche, luoghi che la mitologia greca racconta come porta d’accesso per le fucine di Efeso, Dio del Fuoco. E che l’UNESCU, per la loro straordinaria bellezza,  ha dichiarato Patrimonio dell’Umanità.

Il nostro viaggio comincia da Lipari, la più grande delle isole dell’arcipelago ci imbarchiamo qui sul nostro caicco. Viaggiamo sole, abbiamo una cabina tutta per noi, ma la compagnia non manca ed a bordo oltre ad un efficientissimo equipaggio conosciamo persone nuove, tutte animate dal nostro stesso spirito di avventura.

Facciamo rotta così verso Salina, la seconda in ordine di grandezza tra le nostre isole di fuoco.

Salina ha due porti, il porto di Santa Marina, e quello di Rinella. Quest’isola  ospita tre distinti comuni: Leni, Malfa e Santa Marina Salina nei quali vivono in totale poco più di duemila abitanti.4469-salina1-622x431

Salina è famosa per la produzione dei “capperi” e della “malvasia“, un caratteristico vino dal sapore molto dolce ed aromatico ricavato da uva passa, vagamente simile al passito.

Qui troviamo una delle spiagge più suggestive nella baia di Pollara, che si trova all’interno di un antico cratere in buona parte crollato.

Da Salina ci spostiamo a Stromboli, dove il vulcano, oggi ancora attivo, domina incontrastato. Qui secondo la leggenda sorgeva la reggia di Eolo (la bronzea sulle alte colonne) ed il colore di alcune zone dell’isola conferma l’esatta immagine poetica di Omero.

[sc name=”1″ url=”http://www.rottediportolano.com/crociera-caicco-nelle-isole-eolie” titololink=”Crociera in caicco nelle Isole Eolie” testobtn=”Scopri di più” testocta=”Vorresti scoprire come salire a bordo della tua crociera in caicco alle Isole Eolie?” ]

Ai piedi del vulcano sorge un piccolo paese: Ginostra, raggiungibile solo via mare, un posto isolato dal mondo dove vivono poche persone tra casette bianche arrampicate sul vulcano.stromboli1

Qui lo scenario è surreale ed il tramonto ancora di più tra gli sbuffi ed i lapilli del nostro vulcano.

Non sono da meno i tramonti di Alicudi e Filicudi, due piccole isole molto vicine tra di loro.

Partiamo da Filicudi un’isola non solo per gli amanti del mare ma anche per gli amanti della montagna. Da un lato la sabbia ed il mare cristallino, a tratti selvaggio, dall’altro le cime raggiungibili attraverso antichi sentieri. Qui domina Fossa Felci, antico cono vulcanico, quota 774 metri.come-visitare-filicudi-e-alicudi_03c0c22491d98cefabeb579680236055

Alicudi, detta anche Ericusa per la presenza delle boscaglie di Erica, con Filicudi è una delle isole più antiche dell’arcipelago, ha circa un milione di anni. Ha circa 140 abitanti. Esplorarla è una vera avventura. Qui gli amanti dell’arrampicata avranno pendii da scalare tra intere piantagioni selvatiche di capperi e fichi d’india.

Relax e riposo ci aspettano a Vulcano dove si trova una pozza dei fanghi termali, una delle principali attrattive dell’isola fin dai tempi antichi.

Nello specchio di mare antistante  imperdibile il bagno nelle sue acque calde, così definite perché riscaldate da ebollizioni sottomarine dovute alla fuoriuscita di gas caldi dai fondali.

Rigenerati dai fanghi ci tuffiamo nella più movimentata Panarea, una delle mete turistiche più gettonate.692x338xvilla-panarea_02.jpg.pagespeed.ic.xJF_9g0HDb

Panarea è un mix di storia, arte, cultura e mondanità. La più piccola delle isole Eolie 3,5Kmq di bellezza. Qui il centro della vita mondana è San Pietro, salotto glamour che si risveglia in particolar modo nelle ore notturne.

San Pietro a sua volta è collegata ad altri due centri abitati dell’isola: Drautto a sud-ovest e a nord-est Ditella.

Viste le modeste dimensioni dell’isola, è possibile muoversi a piedi.

Ed allora percorrendo la strada panoramica, arriviamo a Drautto, un tuffo nella caletta degli Zimmari, ed una visita a  Punta Milazzese, villaggio preistorico dove ancora oggi sono ben visibili i resti delle 23 capanne che lo componevano.

Il percorso si conclude a Ditella dove troviamo la spiaggia Calcara. Sede di un edificio vulcanico oramai collassato dove dal suolo si elevano i gas delle fumarole rendendolo quasi scottante.

Il nostro viaggio volge così al termine. Torniamo sul nostro caicco che porta a Milazzo. Sbarchiamo qui, salutando in nostri compagni di viaggio ed una terra magica fatta di fuoco ed acqua.

Emio

Emio

Con i piedi per terra mi gira la testa! Sognatore di grandi viaggi..

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *